La mia è una piccola attività, non ho bisogno di fare comunicazione.

Faccio fare la grafica a mio figlio, che è bravo col computer.

Non sto sui social perché mi conoscono già.

Viviamo nel digital e col digital, siamo connessi H24, facciamo shopping dallo smartphone, comunichiamo in real time in ogni parte del mondo. Siamo la generazione del web 4.0, se non siamo millennials poco ci manca. Eppure, si sentono spesso queste frasi.

Esiste, secondo te, un’attività “economica” – degna di quest’attributo – che possa fare a meno della comunicazione? Ne hanno bisogno anche le PMI, ovvero le piccole e medie imprese, e persino i business più floridi al mondo – in testa quello funebre – per farsi conoscere e di comunicare con i propri clienti (vivi o morti che siano). L’esperienza Taffo insegna! 😉

Morale della favola? Puoi fare la carbonara più buona, avere le camere più fighe o essere l’hairstylist più fashion del mondo, ma se non comunichi (bene) il valore della tua attività, potresti non essere compreso dai tuoi potenziali clienti. Ancora peggio, potresti non essere in grado di raggiungerli.

Come in molti campi, la dimensione non conta: anche se piccola, la tua attività dev’essere in grado di raggiungere i tuoi clienti e di comunicare loro nel modo più giusto e professionale possibile!